blog Boudoir in Italia Interviste ai fotografi Magazine

L’eleganza sensuale di Scatti Boudoir (intervista del mese)

Intervista a Enrico Pignatti di Scatti Boudoir
Da quanti anni fotografi e qual’è il motivo per cui hai deciso di specializzarti nella fotografia boudoir ?
Ho iniziato a scattare in modo consapevole nel 2011, anno in cui ho acquistato la mia prima reflex amatoriale, una Nikon D5100, e, contestualmente, mi sono iscritto in un circolo fotografico della mia zona per frequentare un corso di fotografia.
Di dove sei ? Nel paese in cui vivi la fotografia boudoir è un genere ormai diffuso o ancora di nicchia e considerato volgare?
Io sono nato a Mirandola (MO), ma da 3 anni vivo a Carpi. Nella mia zona, il boudoir è un genere ancora di nicchia e spesso associato erroneamente a cose volgari.
Che tipo di luce usi più abitualmente ?naturale, artificiale o entrambe ?
Uso quasi esclusivamente luce naturale ed un pannello riflettente bianco.
Che attrezzatura usi o che consiglieresti a chi inizia e non ha troppi soldi da investire subito ?
Scatto con una reflex digitale full frame (Nikon D750) a cui, negli ultimi tempi abbino anche una vecchia macchina fotografica a pellicola (Nikon FM). Come obiettivi di solito utilizzo un Nikkor 50 mm f/1.8 e, a volte, un Nikkor 35 mm f/2. Per chi è agli inizi consiglio un corpo macchina full frame (magari anche usato) perché, di solito, reggono meglio gli alti ISO, ed un’ottica luminosa, come il mio 50 mm.
I tuoi soggetti sono solo donne o anche coppie e uomini ?
Finora soltanto donne.
Sei favorevole al ritocco con Photoshop? O lasci i tuoi soggetti con gli inestetismi?
Il mio ritocco con Lightroom e Photoshop riguarda essenzialmente la luce, per il resto mi occupo degli inestetismi momentanei, tipo brufoli, oppure, magari, di nei grandi che possono attirare troppo l’attenzione. Non faccio ritocco morfologico e le eventuali rughe cerco di attenuarle con la luce. Sono più per il lasciare le donne ritratte al naturale, perché voglio che si sentano belle e sensuali così come sono, non perché io le posso trasformare in altre persone con Photoshop.
Credi che sia indispensabile per un fotografo che inizia in questo settore avere un proprio studio ?
Non credo sia indispensabile ma, avere uno spazio “neutrale”, in cui accogliere le clienti sia una cosa positiva.
Lasci che il tuo soggetto sia spontaneo o punti molto sulle pose già studiate ?
In linea di massima lascio abbastanza libero il soggetto, limitandomi a correggere i dettagli nelle posture, ma molto dipende anche da quanto la persona che ho davanti è in grado di muoversi.
Da dove trai ispirazione ?
Le mie ispirazioni vengono dai lavori dei grandi fotografi mondiali (Peters, Lindbergh), ho alcuni loro libri fotografici di cui sono innamorato.
Vendi solo le foto digitali ? file digitali + stampe ? o anche packaging tipo scatole /usb? nella tua esperienza a cosa è piu interessato il tuo cliente tipo ?
Da questo mese venderò soltanto stampe e file digitali a bassa risoluzione per il web, anche se, finora, le richieste sono state più che altro per i file.
Qual è la difficoltà che riscontri più spesso ?
La difficoltà maggiore, per me, è trovare donne disposte a posare, un po’ perché sono uomo ed anche per via di pregiudizi su questo genere fotografico, che in una cittadina, comunque piccola, come Carpi sono ben presenti.

FB: Scatti Boudoir
IG: @scattiboudoir
sito: https://www.scattiboudoir.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: