blog Fotografia: ispirazioni dalla rete Magazine

I nudi scultorei di Yoram Roth

La raccolta Spatial Concepts dell’artista tedesco presenta un’originale punto di vista sulla fotografia contemporanea, a metà tra nudo artistico e scultura.

Artista tedesco nato a Berlino nel 1968, Yoram Roth dal 2011 è impegnato nella produzione di opere  che potremmo definire trasversali tra diverse discipline: fotografiascultura e pittura. Il punto di partenza comune è sempre la fotografia di nudo artistico che di volta in volta viene sviluppata attraverso tecniche di stampa e rielaborazione, per poi essere ricomposta in una nuova versione “a strati” dove il corpo femminile è inserito in una dimensione spaziale astratta e indefinita. Una soluzione che consente all’osservatore di focalizzare lo sguardo su una specifica parte della composizione stessa. Ed è proprio questo aspetto che ha segnato l’inizio di un approccio sempre più scultoreo al suo lavoro.

Con la nuova serie Spatial Concepts, Yoram Roth entra in un nuovo territorio, concentrandosi su composizioni elaborate pur mantenendo la sua visione e approccio alla fotografia di nudo. Ispirandosi al lavoro degli artisti d’avanguardia italiani degli anni ’60 come Lucio Fontana, Agostino Bonalumi ed Enrico Castellani, anche definiti “Spazialisti”, Roth ha iniziato a fondere fotografia, scultura e la più attuale tecnologia. Obiettivo ultimo dei suoi recenti lavori è quello di creare spazi multidimensionali che vanno al di là della classica fotografia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: