blog Boudoir in Italia Interviste ai fotografi Magazine

Boudoir Photo di Giuseppe Lo Baido (intervista del mese)

Intervista a Giuseppe di Boudoir Photo

Da quanti anni fotografi e qual’è il motivo per cui hai deciso di specializzarti nella fotografia boudoir ? 

Quella che è stata da sempre la mia passione è diventata una professione ormai da circa 10 anni. Sono sempre stato appassionato di ritratti fotografici (uomini, donne, bambini e famiglie), ma col tempo, mi sono reso conto che gli scatti che preferivo erano quelli femminili mantenendo però un tratto elegante e artistico, elementi che il boudoir rappresenta in modo significativo.

Di dove sei ? Torino

Nel paese in cui vivi la fotografia boudoir è un genere ormai diffuso o ancora di nicchia e considerato volgare?
È un genere di nicchia che pochi conoscono ma che viene subito apprezzato appena lo scoprono,  proprio perché non lo considerano volgare, valorizza le donne che scelgono di farlo e molte si sentono più sicure di se stesse dopo, fattore che le aiuta poi nella vita di tutti i giorni.

Che tipo di luce usi più abitualmente ? naturale, artificiale o entrambe? 

Uso quasi esclusivamente la luce naturale. Faccio ricorso alla luce artificiale solo in alcuni casi particolari dove voglio ottenere un effetto particolare o schiarire una certa zona. Credo che nel Boudoir la parola “naturale” deve essere un Mantra da perseguire, per la luce, per la donna fotografata, per l’ambiente usato, per l’intimo usato, per il trucco etc… nel boudoir non si indossano maschere, si deve essere se stesse per scoprirsi bellissime cosi come si è aiutate da una visione più artistica del proprio corpo.

Che attrezzatura usi o che consiglieresti a chi inizia e non ha troppi soldi da investire subito ?

Io ho 2 canon 6d su cui sono montati 2 obbiettivi fissi, 85mm 1.4 sigma art e 35mm 1.4 sigma art. A chi inizia e non ha troppi soldi consiglio di usare comunque un obbiettivo luminoso e tra quelli economici c’è sicuramente il 50mm 1.8. L’obbiettivo fisso oltre a essere più luminoso offre la possibilità di togliere la pigrizia al fotografo che non avendo un zoom a disposizione deve obbligatoriamente muoversi di più per studiare nuove inquadrature.

I tuoi soggetti sono solo donne o anche coppie e uomini ? 

Direi donne e coppie riguardo il boudoir, con gli uomini mi limito al ritratto senza l’ambientazione “da camera”.

Sei favorevole al ritocco con Photoshop? O lasci i tuoi soggetti con gli inestetismi? 

Preferisco non usare photoshop e rendere il soggetto più “vero” possibile, lo uso solo se devo correggere qualcosa che realmente da fastidio alla cliente per poterla mettere a proprio agio quando rivedrà le proprie foto.

Credi che sia indispensabile per un fotografo che inizia in questo settore avere un proprio studio?  

Non credo sia indispensabile, il boudoir richiede un’ambientazione di camera arredata che da riprodurre in studio può essere costoso, più comodo convenzionarsi con qualche b&b carino.

Lasci che il tuo soggetto sia spontaneo o punti molto sulle pose già studiate?  Essere naturali è molto importante nel boudoir, quindi magari si parte da qualche posa studiata per poi lasciare libertà di movimento, magari facendo fare delle piccole azioni con movimenti calmi. A me piace vedere un viso sereno e naturale, e non sguardi da vamp più adatti al glamour.

Da dove trai ispirazione ? 
Le fonti di ispirazione sono ovunque, grandi fotografi stranieri e italiani, libri e riviste, ma anche nella vita di tutti i giorni, la sensualità la cogli in uno sguardo incontrato, in una postura “naturale” di una donna seduta al bar, in una camminata. La realtà ci offre continui spunti, sta a noi trasformare questi spunti in scatti, quando avremo il soggetto davanti.

Vendi solo le foto digitali ? file digitali + stampe ? o anche packaging tipo scatole /usb?  

Quello che più mi chiedono maggiormente sono i file digitali, offro comunque la possibilità di fare delle stampe oppure di fare un book stampato delle foto più belle e adesso con l’avvicinarsi del Natale, proporrò di fare il calendario con le 12 foto più belle del servizio da poter regalare a se stesse o al proprio compagno.

Nella tua esperienza a cosa è più interessato il tuo cliente tipo ?

Generalmente interessa vedersi belle come non si sono mai viste, al fine di avere maggiore consapevolezza del proprio corpo, imparando ad apprezzarlo, qualunque sia la sua forma. L’esperienza di un servizio Boudoir credo abbia un’incidenza non solo per il lato estetico e vanitoso che ogni donna considera ma anche e sopratutto, incide sul proprio carattere, migliorandolo, in quanto aumenta l’autostima e la sicurezza in se stesse.

Qual’è la difficoltà che riscontri più spesso ?

Direi senza ombra di dubbio, essendo uomo, quella della diffidenza. Viviamo in una società dove il genere maschile si è fatta una brutta nomea e chi fa il proprio lavoro con professionalità e serietà in questo campo ne paga le conseguenze. Quello che propongo a chi mi contatta e di venire accompagnata da un amica se questo può aiutare a metterla a proprio agio.

Facebook https://www.facebook.com/boudoirphototorino

Instagram https://www.instagram.com/boudoirtorino/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: