blog Cinema: ispirazioni Magazine

L’amante

Eccomi qui anche se in ritardo a proporvi un film che vale la pena guardare e che ha guadagnato un Oscar per la fotografia, premio decisamente meritato.
Quando mi è stato chiesto di scrivere su questo blog di fotografia boudoir il primo film al quale ho pensato è proprio “ l’amante “ di Jean Jaques Annaud; la prima volta che ho visto questo film ho sentito esplodere i miei sensi percependo non solo il forte contenuto erotico ( … giuro di non essere una maniaca sessuale!) ma riuscendo addirittura a cogliere la sensazione di afa e caldo che caratterizza i luoghi dove la storia è ambientata, quel caldo che annienta le  difese e che lascia cedere il tuo corpo ad un mondo rallentato fatto di movimenti lenti e sensazioni amplificate. Siamo negli anni 30, Indocina francese, lei è una giovane quindicenne francese provenienti da una famiglia poverissima e sta attraversando il fiume Mekong … lui è un ricco ed  aristocratico trentenne cinese destinato a convolare a nozze tramite un matrimonio combinato. 

THE LOVER, (aka L’AMANT), Jane March, Tony Leung, 1992, (c) MGM

Non vi parlerò della storia forte e coinvolgente che è  racchiusa in questa pellicola ma piuttosto  di alcuni particolari che la rendono speciale ….come il cappello da uomo , quel cappello che lei indossa quel giorno sul battello e che contrasta con i tratti delicati del suo viso e con l’aspetto ancora acerbo del suo corpo. La pelle umida per il sudore, un vestito bianco di cotone leggero e quel cappello che la fa sentire sicura, bella. 

Ogni donna nel momento in cui si fa fotografare vorrebbe avere con se un  cappello da uomo oppure un velo di rossetto, delle scarpe con il tacco o uno scialle di pizzo… qualsiasi oggetto che sia in grado di farla sentire sicura , in collegamento con se stessa , qualsiasi accessorio in grado di aiutarla a liberare la propria  sensualità , di comunicare la sua parte più mostrandosi agli altri. 

Non importa quale sia l’oggetto che ha questo potere, per ognuna è diverso ma certo è che ogni donna con il suo “ cappello da uomo” può conquistare il mondo o semplicemente acquisire la sicurezza necessaria per lasciare su uno scatto l’impronta di tutta la sua femminilità.

Cristina Bedini 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...