blog

Avere autostima è la chiave del successo in molti ambiti della nostra vita, dalla sfera affettiva a quella lavorativa e relazionale. A volte, però, si rivela una vera e propria  chimera per alcune di noi. Vediamo perchè e come possiamo conquistarla e mantenerla.

I problemi di autostima, dipendono essenzialmente dalle forti pretese e aspettative che le donne hanno verso se stesse e verso chi hanno accanto. Il confronto con la società, poi, è quello più duro, in quanto oggi si pretende che la donna sia affascinante, intelligente e all’altezza delle situazioni e ciò naturalmente può causare vulnerabilità e senso di inadeguatezza.

Un’altra causa che fa sorgere o comunque alimenta le insicurezze, è rappresentata dalle critiche, a volte affatto costruttive, che ci rivolgono gli altri, siano essi parenti, amici o colleghi di lavoro; critiche che tendiamo ad assorbire maggiormente quando ci vengono rivolte dalle persone a cui teniamo di più.

Tutto ciò determina una forte insicurezza sul nostro valore e sulle nostre personali qualità e capacità, che ci conduce talvolta a preferire di non agire per un eccessivo timore di sbagliare, oltre a vivere un insuccesso con maggiore sofferenza e senso di colpa, per la convinzione che l’accaduto sia stato determinato esclusivamente dalla nostra incapacità, ed infine a sminuire i successi ed i traguardi raggiunti.

Queste insicurezze, peraltro, influenzano anche le nostre scelte sentimentali. Chi soffre di bassa autostima, infatti, è spesso condotto a ritenere che coloro che mostrano attenzioni nei suoi confronti, non siano persone brillanti o sufficientemente gradevoli, ma solo perchè si alimenta la convinzione che non si vale così tanto da suscitare l’interesse nella gente che possiede alte qualità.

Avere autostima invece, significa essere soddisfatti di come si e’, accettarsi, avere fiducia nelle proprie capacita’, sapere di avere qualita’ e valore e quindi di potercela fare.
Le persone con un’alta autostima non hanno difficolta’ a prendere decisioni, riescono piu’ facilmente a raggiungere i loro obiettivi, si relazionano con gli altri senza problemi, esprimono le proprie opinioni con traquillita’ e determinazione.
Quando crediamo in noi stessi, ogni cosa che facciamo riesce meglio e innesca un circolo virtuoso che alimenta sempre di più la nostra fiducia, aiutandoci a realizzare i nostri piccoli e grandi sogni e a sentire quella sicurezza che ci appaga.

Viste le ripercussioni negative che la bassa autostima determina nella nostra vita, è il caso quindi di correre ai ripari e di far di tutto per alimentarla.

Vediamo come raggiungere questo importante obiettivo.

La base da cui partire è quella di essere consapevoli che la bassa autostima non è una condizione permamente e non fa parte di noi; ci sono infatti periodi della nostra vita in cui ci sentiamo più sicure di noi stesse e altri no e a determinare questo oscillamento sono chiaramente gli eventi più o meno gradevoli che la vita ci riserva e che non affrontiamo nel giusto modo.

Acquisita questa consapevolezza, occorre ora concentrare la nostra attenzione sui seguenti aspetti:

1) Cerchiamo di capire quali sono i nostri valori fondamentali e facciamo chiarezza su ciò che vogliamo veramente nella nostra vita.
Perchè questo? Perchè spesso si tende a vivere una vita che non ci appartiene, ma che la società vuole imporci ad ogni costo. Da tanto consegue che cala l’autostima quando stiamo inseguendo desideri altrui e trascurando quelle che sono le nostre reali necessità e aspirazioni.

Vivendo una vita che non ci appartiene, è difficile raggiungere dei successi personali che alimentano l’autostima, semplicemente perchè quello che stiamo facendo non ha nulla a che vedere con le nostre reali inclinazioni e quindi non lo facciamo bene e con convinzione. Ecco allora che si alimentano in noi le frustrazioni ed il senso di inadeguatezza.

L’autostima è la capacità di agire e relazionarsi con gli altri, tenendo fede ai nostri valori. Quindi cominciamo a chiederci “Cosa voglio dalla mia vita?“, “Cosa è importante per me?”. In una parola: identità.

Per scoprire quali sono i nostri reali valori, dobbiamo focalizzare la nostra attenzione su ciò che ci offre quello che desideriamo realmente. Per esempio, nella nostra vita vogliamo un lavoro o la famiglia? Bene, ora chiediamoci cosa ci da il lavoro o la famiglia. La risposta che daremo (per alcuni serenità, per altri amore, per altri ancora protezione ecc.) sarà il valore a cui aspiriamo.

Capire questo è fondamentale, perchè ci aiuterà ad acquisire consapevolezza degli automatismi che abbiamo costruito per provare certi stati emotivi per noi importanti ed iniziare a distinguere quelli che ci aiutano a vivere con soddisfazione e che dobbiamo  quindi cercare di perseguire spendendo le nostre energie, da quelli che invece dobbiamo abbandonare perchè deleteri per noi.

2) Non cerchiamo di imitare gli altri, ma acquisiamo la nostra identità

Chi soffre di bassa autostima, è portato a fare o pensare ciò che fanno e pensano le persone che lo circondano e che hanno conquistato la sua stima. Da bambini lo si fa per essere parte di un gruppo ed evitare quindi di essere emarginati, ma col tempo, se si tiene fede a questa regola, si ottiene l’effetto opposto, perchè nel mondo degli adulti ciò che conta per la propria affermazione sociale, è l’identità e la consapevolezza di se.

Non dobbiamo mai esitare, quindi, ad esprimere il nostro pensiero o ad entrare in contraddizione con il nostro interlocutore, per paura che si allontani da noi o possa nutrire antipatia. Convinciamoci che non sono le nostre idee ad essere sbagliate, ma è solo un diverso modo di vedere la vita o di affrontare un problema. Il confronto, però, deve essere costruttivo: mai imporre le nostre idee a chi non la pensa come noi, ma rispettare sempre il pensiero altrui, mantenendo il proprio modo di vedere le cose.

3) Impariamo a dire di no. Chi soffre di bassa autostima è spesso portato a dire “si” per compiacere chi lo circonda, anche quando quel “si” non è coerente con le proprie scelte ed aspirazioni. Non preoccupiamoci quindi di dire “no”. Quando il “no” è giusto, equivale a manifestare la nostra identità e a delimitare i confini. Ciò, contrariamente a quanto si possa essere indotti a pensare, alimenterà negli altri il rispetto verso di noi, perchè mostreremo carattere e identità.

4) Miglioriamoci sempre e mettiamoci in discussione. Essere sicuri di sé stessi non significa non cambiare mai idea. Dimostriamoci sempre pronte al cambiamento, ma per noi stesse e per la nostra felicità, non perché qualcuno ce lo chiede.

5) Non dipendiamo dall’approvazione degli altri. Coloro che subordinano la   sicurezza e stima di se, al giudizio altrui, non potranno mai alimentare l’autostima.Dobbiamo cercare di piacere a noi stesse e non agli altri, addirittura sforzandoci di essere quello che non siamo. In questo modo snaturiamo il nostro essere e non otteniamo alcun risultato positivo. Non trascuriamo poi il fatto che la gente è molto più prodiga di critiche che di complimenti.

6) Impariamo ad apprezzare il nostro aspetto e a valorizzarlo. Nessuno è perfetto e quindi non lo siamo neanche noi. Anche le attrici e le modelle hanno dei difetti e quindi li abbiamo pure noi. Basta, quindi, con l’essere ipercritiche verso noi stesse o piangerci addosso, perchè siamo troppo basse o perchè abbiamo i capelli neri anzicchè biondi o gli occhi nocciola invece che verdi. Noi siamo quel che siamo ed è questo che ci rende uniche. Quanto, invece, alle parti del nostro corpo che non ci piacciono e che possono essere modificate (pancia, fianchi, cosce, seno, fondoschiena, peso in eccesso),  cerchiamo di fare di tutto per migliorarle con una dieta equilibrata, con un pò di movimento e qualche massaggio e se proprio non ci riusciamo o non abbiamo il tempo e la voglia, allora non pensiamoci e STOP.

7) Cerchiamo la nostra affermazione sociale. L’autostima aumenta quanto più nella nostra vita raggiungiamo dei traguardi e ci affermiamo negli ambiti della nostra vita lavorativa, familiare e affettiva. Ciò non significa che per avere una buona autostima, bisogna essere necessariamente persone di successo. Basta porsi degli obiettivi e cercare di perseguirli al meglio, coltivando le nostre passioni con costanza e diventando brave in quella cosa che più amiamo o ci rilassa, sia essa la cucina, il lavoro, un hobby o dedicarsi agli altri. Cerchiamo, quindi, di specializzarci in qualcosa, impiegando le nostre energie per farla sempre meglio. Questo ci contraddistinguerà, aumenterà la nostra autostima e sarà apprezzato da coloro che ci circondano.

8) Curiamo il nostro aspetto. Lo so che l’essere deve essere valorizzato più dell’apparire, ma curare il nostro aspetto, coccolarci e gratificarci aiuta a rafforzare la nostra autostima. Quindi cerchiamo di vestire bene, essere femminili e valorizzare i nostri punti forti indossando abiti adatti alla nostra conformazione e alla nostra età e poi dedichiamo un pò del nostro tempo solo a noi stesse, coccolandoci con un bel bagno o con una maschera di bellezza o con un bel massaggio rilassante. Ci farà stare molto meglio, perchè ameremo e cureremo il nostro corpo e quindi anche il nostro ego.

9) Diamo valore ai nostri pregi. Se non c’è qualcuno a dirci quanto siamo brave e belle, perché non farlo da sole?  Valorizziamo il più possibile le nostre potenzialità: analizziamo i nostri pregi e facciamo leva su di essi per alimentare il nostro ego. Non ripetiamoci continuamente quanto siamo inadatte e inadeguate (è solo uno stato mentale, non è la realtà), ma puntiamo sempre a ciò che di positivo abbiamo o siamo in grado di fare. Riconosciamo, inoltre, i nostri limiti, ma guardiamoli in una prospettiva diversa. Ci accorgeremo così, che molti di essi non sono insormontabili e che spesso basta poco per migliorarci e per potenziare le nostre qualità.

10) Ottimismo e positivitàIniziamo la giornata dedicando al nostro risveglio un minuto a noi stesse, ripensando a qualcosa che ci ha fatto sorridere e stare bene. Ci aiuterà a sentirci meglio e a riflettere sui lati positivi della nostra vita.

11) Sfruttiamo i fallimenti. Non bisogna piangerci addosso perchè qualcosa è andato storto e pensare che ciò sia dipeso da noi. Tutti nella vita prima o poi hanno delle sconfitte, ma questo non significa mediocrità. E’ la vita.

Iniziamo, invece a sfruttare le sconfitte a nostro vantaggio. Cominciamo col dire: “La prossima volta non ci casco” o “riuscirò nel mio intento”.

Come diceva Coco Chanel, “la forza si costruisce sui fallimenti non sui propri successi”

Fonte: Femminilità e stile.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...